75° Maggio Musicale Fiorentino 2012

12 Apr

75° Festival del Maggio Musicale Fiorentino: a Firenze, dal 4 maggio al 10 giugno 2012, dedicato al tema de Il Viaggio – Dalla Mitteleuropa al Sudamerica: più di 90 eventi in 5 settimane (38 giorni); tutti i giorni un’offerta musicale; 200 ospiti, 42 istituzioni e 23 luoghi coinvolti a Firenze; 6 prime assolute; 2 prime italiane. Un festival che propone al suo pubblico ogni giorno un’offerta culturale vivace e multidisciplinare: Opere, Balletti, Concerti, Maggio Mostre, Maggio Convegni, Maggio Cinema, Maggio Libri, Maggio Contemporanea, Maggio Bimbi, Maggio Teatro, Maggio Parole, Maggio nel Chiostro, Maggio Etnico, Maggio Arte, Maggio Incontri, Maggio Scuole, Prove Aperte, Workshops  …e molto di più!

A 500 anni dalla morte di Amerigo Vespucci (1454 – 1512); 400 anni dalla morte di Giovanni Gabrieli (1557 – 1612); 150 anni dalla nascita di Claude Debussy (1862-1918); 150 anni dalla costruzione del Teatro Comunale (1862); 100 anni dalla morte di Giulio Ricordi (1840 – 1912); 20 anni dalla morte e 100 dalla nascita di John Cage (1912-1992); 20 anni dalla morte di Olivier Charles Messiaen (1908 – 1992); 60 anni di Wolfgang Rihm (1952); 50 anni di Massimo Bartolini (1962); 25 anni di Tempo Reale (1987); 25 anni di Amici del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (1987); 20 anni di Contempoartensemble (1992); 10 anni di Rete Toscana Classica (2002).

Moltissime le novità di quest’anno:
– una lectio magistralis come cerimonia di inaugurazione sul tema del viaggio;
– un vero e proprio festival capace di offrire più spettacoli ogni giorno;
– il debutto del Maestro Zubin Mehta nel Rosenkavalier di Richard Strauss;
– il grande ritorno della prosa all’interno del cartellone del Festival con la co-produzione con il Teatro della Pergola;
– il manifesto e una performance a cura di un grande artista contemporaneo;
– Question Time, il coinvolgimento del pubblico a confronto con gli autori dello spettacolo;
– un workshop per giovani musicisti, per coinvolgerli nella magia della costruzione di un’opera nuova;
– i giovani sempre più coinvolti, sia come interpreti e protagonisti (con il Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze, la Scuola di Musica di Fiesole, l’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola, Maggio Fiorentino Formazione) sia in MAGGIO ARTE che in MAGGIO BIMBI, sia come pubblico, in 11 spettacoli dedicati a loro;
– sempre più spazio alla musica contemporanea, con la pima assoluta di Silvia Colasanti e numerosi appuntamenti insieme a Fabbrica Europa, Tempo Reale, all’ORT, Contempoartensemble, l’Homme Armé, e molto di più;
– il grande Barocco con Fabio Biondi che dirige l’Israel in Egypt HWV 54 di Georg Friedrich Händel;
– Il Maggio si allarga in città e avvia l’iniziativa MAGGIO nel CHIOSTRO, presso il chiostro di San Lorenzo;
– Un ponte culturale che lega Firenze al Sud America;
– Una mostra ed un volume;
– Maggio i-TECH con print@home, dirette via streaming, sopratitoli su smartphones e tablets, una trasmissione radio dedicata, sempre più spazio sui social networks

Un’anteprima del festival quest’anno si avrà con ‘aspettando il Maggio’, che parte con le esibizioni in città della banda dell’Arma dei Carabinieri ed il loro concerto finale al Nuovo Teatro (giovedì 3 maggio, ore 17.00), a seguire la cerimonia di inaugurazione del 75° Festival del Maggio Musicale Fiorentino, presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Firenze, con lectio magistralis di Alberto Arbasino e Miguel Rojas Mix (venerdì 4 maggio, ore 11.00), alle Prove aperte & Question time, ‘guarda la prova e chiedi agli autori’ (martedì 24 aprile, ore 17.00 al Teatro Comunale per Der Rosenkavalier; sabato 12 maggio, ore 16.00 al Teatro della Pergola per The Four Temperaments e Verklärte Nacht, giovedì 17 maggio ore 17.00 al Teatro Goldoni per La metamorfosi), fino a La costruzione di un’opera nuova, il workshop aperto a giovani musicisti per coinvolgerli nella magia della costruzione di un’opera nuova: La metamorfosi di Silvia Colasanti ed ancora il cinema con aperitivo all’Odeon Bistrot e playlist a tema a cura dei dj di Rete Toscana Classica.

Dopo alcuni anni si è voluta riprendere la tradizione di affidare ad un artista, noto e rappresentativo per l’arte contemporanea, il compito di proporre un’idea ed un’immagine simbolo per la copertina del numero unico e dell’intero festival. L’artista prescelto è il toscano Massimo Bartolini (classe 1962) con Ballad, (for a tree).
“Ho sentito il bisogno di riprendere questa tradizione così innovativa e unica”, afferma la Sovrintendente Francesca Colombo. “Il Teatro del Maggio è stato il teatro in Italia a comprendere nelle proprie attività pittori, scultori e artisti contemporanei. È dovere di chi gestisce un teatro così prestigioso, valorizzare la sua storia e investire sul contemporaneo”. All’opera è stata abbinata un’esecuzione, nella sezione MAGGIO CONTEMPORANEA: proprio in sintonia con il progetto di Massimo Bartolini presso il Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze sabato 2 giugno ore 19.00, il saxofonista Edoardo Marraffa darà nuovamente vita alla sequenza dell’installazione, alla presenza dell’autore.

Il tema del viaggio dalla Mitteleuropa traghetterà il Teatro, interpreti e spettatori, dal festival all’importante tournée in Sud America (7-21 agosto 2012), nell’anno delle celebrazioni vespucciane, in occasione dei 500 anni dalla morte dell’esploratore fiorentino (1454 – 1512). Le commistioni fra vecchio e nuovo mondo sono numerose, per repertori e generi musicali proposti, attraverso contaminazioni e diverse declinazioni della parola ‘Maggio’, come in MAGGIO LIBRI, MAGGIO CINEMA, MAGGIO PAROLE, MAGGIO ETNICO, eventi ed incontri per parlare dell’Europa e del nuovo mondo in un tutt’uno di ispirazioni e suggestioni musicali e culturali.

Eventi di ogni tipo, a teatro e fuori del teatro: quest’anno sono state ancor più consolidate e amplificate le collaborazioni con importanti realtà del territorio, da Fabbrica Europa, l’Homme Armé, Tempo Reale, Contemporartensemble, il Conservatorio Luigi Cherubini, l’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola, la Scuola Musicale di Fiesole, l’Orchestra della Toscana, Amici della Musica, FLOG musica di popoli, l’Università degli Studi di Firenze,  la Fondazione Palazzo Strozzi, il Gabinetto Vieusseux, gli Amici del Teatro del Maggio, Maggio Fiorentino Formazione, la Biblioteca e la Caffetteria delle Oblate, Caffè Gucci, Caffè alle Murate, Caffè Paszkowski, la Biblioteca Medicea Laurenziana e la Chiesa di San Lorenzo, il Cinema Odeon, il Teatro della Pergola, l’Opera di Santa Maria del Fiore, Fondazione Sistema Toscana, Fondazione Carlo Marchi, Casa Editrice Giunti, Casa Editrice Olschki, Lyceum Club Internazionale Firenze, ed altre ancora.

E nuove declinazioni del festival hanno trovato una collocazione nel fitto calendario di eventi, come ad esempio MAGGIO nel CHIOSTRO (5 appuntamenti, ogni lunedì alle ore 21.00, presso il Chiostro di San Lorenzo, con diversi ensembles rappresentativi dell’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino), MAGGIO ETNICO e MAGGIO CONTEMPORANEA.

All’interno del Festival ritorna il teatro di prosa con Viviani Varietà, poesie, parole e musiche del Teatro di Varietà di Raffaele Viviani, messo in prova nel 1929 sul piroscafo Duilio in viaggio da Napoli a Buenos Aires, con Massimo Ranieri per la regia di Maurizio Scaparro, in una coproduzione con il Teatro della Pergola, in prima assoluta al Teatro della Pergola sabato 9 giugno e domenica 10 giugno ore 15.45.

Una novità è nell’edizione 2012 l’appuntamento MAGGIO ETNICO: il Nuovo Teatro dell’Opera offrirà la cornice per La notte del tango, Grande Orchestra di tango, di Juan José Mosalini (considerato l’erede di Astor Piazzolla), in collaborazione con, FLOG – Musica dei Popoli, mercoledì 23 maggio ore 21.30.

Il 75° Festival del Maggio Musicale Fiorentino (4 maggio – 10 giugno 2012) inaugurerà con Der Rosenkavalier di Richard Strauss (4 – 11 maggio 2012), opera andata in scena per la prima volta il 26 gennaio del 1911. La regia vedrà il ritorno di Eike Gramss (già autore a Firenze d’una felice edizione del Ratto del Serraglio di Mozart), sul podio, immancabile, il Direttore Principale Zubin Mehta, al suo debutto nel Rosenkavalier e che nel 2012 celebra 50 anni dal debutto sul podio fiorentino. Le scene sono affidate a Hans Schavernoch, i costumi a Catherine Voeffray, le luci a Manfred Voss, il cast contempla Angela Denoke, Kristinn Sigmundsson, Caitlin Hulcup, Eike Wilm Schulte, Sylvia Schwartz, Ingrid Kaiserfeld, Niklas Björling Rygert, Anna Maria Chiuri, Pawel Izdebski, Alexander Kaimbacher, Kurt Azesberger, Marcus Pelz, Celso Albelo, Sabrina Testa, Elisa Fortunati, Raffaella Ambrosino, Jennifer O’Loughlin, Saverio Fiore.

Segue, come da tradizione, un’opera commissionata appositamente per il Maggio, La metamorfosi (tre recite dal 22 al 25 maggio), della giovane compositrice italiana Silvia Colasanti, ed ispirata all’omonimo testo di Franz Kafka, pubblicato nel 1915. A dirigere l’Orchestra ed il Coro del Maggio Musicale Fiorentino è Marco Angius, che l’anno scorso diresse L’Italia del destino, regia, scene, costumi, luci e ideazione video sono a cura del regista fiorentino Pier’Alli, al suo debutto al Maggio Musicale Fiorentino, il cast annovera Edoardo Lomazzi, Laura Catrani, Gabriella Sborgi, Tiziana Tramonti, Stefano Consolini, Daniele Zanfardino, Roberto Abbondanza, Michael Leibundgut.

A distanza di pochi giorni, dal 31 maggio al 5 giugno, andranno in scena i due capolavori del compositore ungherese Béla Bartók:Il mandarino meraviglioso (iniziato nel 1918 e rappresentato per la prima volta nel 1926) e Il Castello del Duca Barbablù (la cui prima stesura risale al 1911 e poi eseguito nel 1918) diretti da Zsolt Hamar, si tratta di una co-produzione con il Saito Kinen Festival, con la regia e coreografia di Jo Kanamori.

All’interno di questo percorso che attraversa Austria, Germania, Boemia ed Ungheria, in un repertorio ispirato agli eventi d’inizio XX secolo, si incardinano le creazioni di MaggioDanza: la prima incastonata nel Mandarino meraviglioso, la seconda in occasione di The Four Temperaments, I quattro temperamenti (17 – 20 maggio al Teatro della Pergola) con la coreografia di George Balanchine, su musica di Paul Hindemith, seguito da Verklärte Nacht, Notte trasfigurata, con la coreografia di Susanne Linke, su musica di Arnold Schönberg, sul podio,a dirigere l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, David Garforth.
__________________________________________________

Undici sono i concerti nelle varie location di questo festival, a partire dal primo, il 5 maggio, presso il Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze, con Radu Lupu al pianoforte, ad eseguire i Quattro Improvvisi op. 142 D 935 di Franz Schubert,  Preludio, Corale e Fuga di César Franck  e la Sonata in la minore op. 42 D 845 di Franz Schubert, in collaborazione con gli Amici della Musica Firenze Onlus, che perpetuano la collaborazione con il Festival, una tradizione che affonda le sue radici nel 1933, anno di fondazione del Festival, uno dei più antichi in Europa. Gli Amici della Musica ritornano dunque nel Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze, affiancando il Maggio Musicale Fiorentino, dopo il successo del concerto di András Schiff del 27 dicembre 2011.

Il 10 maggio, sempre al Nuovo Teatro Zubin Mehta dirige il Coro e l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino in una serata che si intersecherà con la manifestazione The State of the Union (Firenze, Palazzo Vecchio, 9 – 12 maggio), organizzato dall’European University Institute. Il programma intende ricordare le musiche del ‘nuovo mondo’, da le Bachianas Brasileiras n. 9, per solo coro di Heitor Villa-Lobos, a seguire le Variaciones Concertantes op. 23 di Alberto Ginastera, fino ad arrivare alla Sinfonia n. 9 in mi minore op. 95 Dal nuovo mondo di Antonín Dvorák.

Domenica 13 maggio si rinnova alla Stazione Leopolda la collaborazione con Contempoartensemble, Fondazione Fabbrica Europa, L’Homme Armé e Tempo Reale in Four. A night with John Cage, in occasione del centenario della nascita e del ventennale della morte di John Cage (1912-1992).

Martedì 15 maggio, presso la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, il concerto di Piero Monti e del Coro si innesta nella sedicesima edizione di O flos colende (21 marzo – 15 settembre 2012) e propone musiche di Giovanni Gabrieli, In occasione dei 400 anni dalla morte del compositore.

Mercoledì 16 maggio al Piccolo Teatro La quarta parte della terra si propone come un omaggio ad Amerigo Vespucci nel 500° anniversario della morte, al violoncello Francesco Dillon, al Pianoforte Emanuele Torquati, contributi video di Luca Di Pierro e Gaston Solnicki, musiche di Heitor Villa-Lobos, Alberto Ginastera, Maria Cecilia Villanueva, Martin Bauer, Carlos Guastavino, Astor Piazzolla. Sempre al Piccolo Teatro il Quartetto Bennewitz eseguirà l’integrale dei Quartetti per archi di Bartók, domenica 27 maggio.

La collaborazione con il Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze, la Scuola di Musica di Fiesole, l’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola si rinnova nella Maratona Debussy, al Piccolo Teatro martedì 29 maggio e mercoledì 30 maggio, con la presentazione di Jacqueline Risset, al pianoforte Pietro Beltrani, Dario Bonuccelli, Marlene Fuochi, Giovanni Nesi, Cesare Pezzi.

I 60 anni del compositore Wolfgang Rihm verranno celebrati mercoledì 6 giugno al Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze con l’ Orchestra della Toscana, diretta da Daniel Kawka, che, con il baritono Leigh Melrose eseguirà la prima italiana di Der Maler träumt per baritono e orchestra; seguirà un’altra prima italiana Pelleas und Melisande op. 5 di Arnold Schönberg versione per orchestra da camera di Cliff Colnot.

Contempoartensemble celebrerà i primi vent’anni giovedì 7 giugno, al Teatro Goldoni, con Mauro Ceccanti sul podio, al violino Duccio Ceccanti, al violoncello Vittorio Ceccanti, presentati da  Michele Dall’Ongaro eseguiranno Auguri per i lustri futuri di Henri Pousser  (2007), Concerti Grossi all’ara degli Ulivi n. 4 di Sylvano Bussotti (2002), Vingt ans après… di Michele Dall’Ongaro (2012), Curve with plateau di Jonathan Harvey (1982), la prima assoluta Música para Manuel de Falla di Mauricio Sotelo Cripta (2012).

Venerdì 8 giugno, al Piccolo Teatro,  Die lange Nacht, un concerto con voce recitante e Musik-Film in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana: direttore Mario Ruffini, chitarra Ganesh del Vescovo, clavicembalo Rossella Giannetti, voce recitante Sandro Lombardi con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, in programma Piccola musica notturna di Luigi Dallapiccola,  Serenata in sol maggiore K 525 Eine kleine Nachtmusik di Wolfgang Amadeus Mozart,  La ritirata notturna di Madrid dal Quintetto in do maggiore G. 453 (versione per orchestra di Mario Ruffini) di Luigi Boccherini, In nocte secunda di Carlo Prosperi Recitativo “Nun ist der Herr zur Ruh gebracht” e Coro “Wir setzen uns mit Tränen nieder” dalla Matthäus-Passion BWV 244 (versione per orchestra di Mario Ruffini) di Johann Sebastian Bach con Musik-Film a cura di Tobia Pescia, Leandro Picarella, Massimo Becattini, Pier Paolo Pasolini.

Accanto ai numerosi appuntamenti dedicati alla musica contemporanea non poteva mancare un evento dedicato alla musica barocca, con  Israel in Egypt HWV 54, oratorio per soli, coro e orchestra di Georg Friedrich Händel, a chiudere il festival il 10 giugno, presso il Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze. A dirigere l’ Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino ed i solisti (i soprani Lenneke Ruiten, Maria Costanza Nocentini, il contralto Sonia Prina, il tenore Marius Roth Christensen, i bassi Ugo Guagliardo e Christian Senn) è stato chiamato Fabio Biondi.

Un appuntamento fuori festival creerà una liaison fra il 75° Festival del Maggio Musicale Fiorentino e The Tuscan Sun Festival 2012: martedì 12 giugno Eugene Kohn, sul podio dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, dirigerà un concerto che avrà per protagonisti il soprano Angela Gheorghiu ed il tenore Saimir Pirgu.

MAGGIO MOSTRE: presso il Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze, durante gli orari degli spettacoli sarà possibile visitare la mostra Dissonanze e consonanze pittoriche e musicali al Maggio Guttuso-Scialoja-Vlad 1948-1951 a cura di Moreno Bucci, dal 7 maggio al 10 giugno. In occasione dell’inaugurazione della mostra verrà presentato il volume di Moreno Bucci, I disegni del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Inventario – II (1943-1953) (Fondazione Carlo Marchi – Leo S. Olschki Editore, 2012), lunedì 7 maggio ore 17.30.

MAGGIO CINEMA: tutti gli appuntamenti di Maggio Cinema sono ad ingresso gratuito, al Cinema Odeon, ogni mercoledì alle ore 18.00, Cinema con aperitivo all’Odeon Bistrot e playlist a tema a cura dei dj di Rete Toscana Classica (Il processo di Orson Welles 1962, mercoledì 9 maggio, Lezioni di tango di Sally Potter del 1997, mercoledì 16 maggio, The New World di Terrence Malick del 2006, mercoledì 30 maggio, Delitti e segreti (Kafka) di Steven Soderbergh del 1991, mercoledì 6 giugno.

MAGGIO CONVEGNI: Firenze ricorda Olivier Messiaen nel ventennale della scomparsa, Convegno internazionale ideato da Maria Grazia Beverini Del Santo. Comitato scientifico: Jürgen Maehder (Presidente), Eleonora Negri, Irene Weber Froboese, in collaborazione con Lyceum Club Internazionale di Firenze, l’Ambasciata di Francia in Italia, l’IFF-Institut Français Firenze, la Fondazione Il Fiore, gli Amici del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Lyceum Club Internazionale di Firenze, Palazzo Giugni – via Alfani, 48, sabato 2 giugno ore 11.00 e ore 15.30.

Otto le presentazioni di MAGGIO LIBRI, ambientate in alcuni dei Caffè Letterari più noti in città, dal Caffè letterario delle Murate, al Caffè delle Oblate, al Gucci Caffè, al Caffè Paszkowski. Gli autori, da José Sasportes a Roman Vlad, da Misha Aster a Antonio e Carlo Calabrò, dal Alberto Mattioli a Stefano Baia Curioni, da Martha Canfield a Giulio Schiavoni, verranno interrogati di volta in volta da diversi moderatori. Legato alla letteratura per l’infanzia è Giunti al Punto per MAGGIO BIMBI, con diversi appuntamenti, ad iniziare dalla presentazione de Il cavaliere della rosa di Elisa Prati, illustrazioni di Simona Bursi, un libro per ragazzi ideato da Teatro del Maggio Musicale Fiorentino e Giunti alle Letture musicali suggerite per promuovere il 75° Festival del Maggio Musicale Fiorentino ai ragazzi, presso le librerie Giunti di Firenze e Prato.

MAGGIO BIMBI ritorna con quattro appuntamenti, ogni sabato, come l’anno scorso dedicati ai quattro settori teatrali: dai laboratori di scenografia (L’universo dietro le quinte, Nuovi viaggi del Piccolo Principe, a cura della compagnia Armonie Migranti presso i laboratori di scenografia alle Cascine, sabato 5 maggio ore 11.00, 16.30 e sabato 12 maggio ore 11.00, 16.30) al Coro del Maggio Musicale Fiorentino (Paolofischio che dietro le correva, una fiaba musicale di Roberto Piumini, musica Andrea Basevi, con il Coro del Maggio Musicale Fiorentino, maestro del Coro Piero Monti, una commissione del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino – Prima assoluta, Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze sabato 26 maggio ore 16.30), all’Orchestra (Sogno di una notte di mezza estate, con musiche di Felix Mendelssohn-Bartholdy, testo e narrazione di Francesco Micheli, Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze, Sabato 2 giugno ore 16.30), al Corpo di Ballo, che quest’anno, ispirandosi all’omonimo film, si avvarrà nuovamente di Emiliano Palmieri (La fabbrica del cioccolato, con coreografia di Francesco Ventriglia, musica originale Emiliano Palmieri ed i danzatori di MaggioDanza, prima assoluta, Teatro Comunale Sabato 9 giugno ore 16.30).
Ma le iniziative didattiche non finiscono qui, continuano con due progetti legati a MAGGIO SCUOLE (La favolosa storia del Cavaliere della rosa al Teatro Comunale, venerdì 18 e sabato 19 maggio e Musica di tutti i giorni/ Acustica, presso la Limonaia di Villa Strozzi), ed ancora con Prove aperte e Question Time, grande novità di questa edizione del festival, insieme al workshop già menzionato, La costruzione di un’opera lirica.

L’offerta didattica è dunque più ampia e propone diversi percorsi formativi da 2 a 30 anni, con la MAGGIO CARD appunto estesa agli under 30. Inoltre è stata ideata la formula di abbonamento Maggio Bimbi +, dedicata ai genitori che accompagnano i bambini a teatro.

Non poteva mancare MAGGIO PAROLE, due appuntamenti al Piccolo Teatro dedicate alle narrazioni: Vespucci L’impresa italiana nel nuovo mondo, con la partecipazione di Alessio Boni, celebre volto televisivo di tante fiction e del Globensemble, da un’idea di Costanza Savarese e Andrea Oliva, testo Alessandro Zambrini, musiche originali e rielaborazioni Furio Valitutti con musiche di Gioachino Rossini, Giacomo Puccini, George Gershwin, Heitor Villa-Lobos, Astor Piazzolla, Antonín Dvorák, Arturo Márquez, in prima assoluta, sabato 12 maggio; Lo specchio di Borges con Massimiliano Finazzer Flory e Francesco Furlanich alla fisarmonica, musiche di Astor Piazzolla, per la regia Massimiliano Finazzer Flory, venerdì 1 giugno.

Ed ancora MAGGIO INCONTRI, che dopo la lectio magistralis del 4 maggio, annovera due presentazioni per il pubblico, la prima a cura di Leonetta Bentivoglio e Enzo Restagno all’ Auditorium al Duomo, giovedì 24 maggio alle ore 17.00, per introdurre Bartók, il dittico in scena a partire dal 31 maggio al Teatro Comunale, la seconda, con interventi di Lella Ravasi Bellocchio e Maria Teresa Colonna per presentare il film muto Geheimnisse einer Seele (I misteri di un’anima) di Georg Wilhelm Pabst, e menzionare un tema caro alla Mitteleuropa, Vienna e la psicoanalisi, venerdì 25 maggio, sempre alle ore 17.00, a Palazzo Strozzi, Gabinetto Vieusseux Sala Ferri.

Un modo ideale per vivere il Maggio Musicale Fiorentino è affittare un appartamento a Firenze o una villa con piscina sulle colline fiorentine, magari anche a Fiesole o a San Casciano val di Pesa.

Vacavilla offre appartamenti e ville di lusso per vacanze settimanali o per periodi più brevi.

http://www.vacavilla.com

http://www.vacavilla.com/it/destinazioni/firenze-e-dintorni.html

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: